Cerealto

Questo vino è espressione dell’Altipiano di Cerealto. Un blend che racchiude la potenza e l’aromaticità del Bronner e la finezza e il carattere dello Johanniter. Le percentuali dei due vitigni variano di anno in anno e in ogni bottiglia viene specificato il millesimo, perché crediamo che ogni vino sia uguale solo a sé stesso. La raccolta è manuale in piccole cassette da 10 kg effettuata tra fine settembre e i primi di ottobre, rispettando la maturazione dei singoli cru che vengono prima vinificati singolarmente e poi assemblati.

L’affinamento avviene per sette mesi sulle fecce fini con frequenti bâtonnage e un anno di affinamento in bottiglia prima della vendita.

La marcata acidità e la sua precisione aromatica lo rendono perfetto per piatti di pesce, in particolare crudo, e verdure fresche.
Ciò nonostante, si presta particolarmente anche con carni bianche e torte salate: il parziale affinamento in barrique lo rende avvolgente al palato.

Cerealto

Questo vino è espressione dell’Altipiano di Cerealto. Un blend che racchiude la potenza e l’aromaticità del Bronner e la finezza e il carattere dello Johanniter. Le percentuali dei due vitigni variano di anno in anno e in ogni bottiglia viene specificato il millesimo, perché crediamo che ogni vino sia uguale solo a sé stesso. La raccolta è manuale in piccole cassette da 10 kg effettuata tra fine settembre e i primi di ottobre, rispettando la maturazione dei singoli cru che vengono prima vinificati singolarmente e poi assemblati.

L’affinamento avviene per sette mesi sulle fecce fini con frequenti bâtonnage e un anno di affinamento in bottiglia prima della vendita.

La marcata acidità e la sua precisione aromatica lo rendono perfetto per piatti di pesce, in particolare crudo, e verdure fresche.
Ciò nonostante, si presta particolarmente anche con carni bianche e torte salate: il parziale affinamento in barrique lo rendono avvolgente al palato.

Cerealto è anche il vino scelto dal Ristorante Stellato

Casin del Gamba

Cerealto 2017

L’aromaticità spiccata, il corpo gentile, la nota erbacea e la pulizia che l’acidità lascia in bocca lo rendono un ottimo abbinamento con la crudità di ovoli.
Il piatto: Crudità di ovoli, tartufo nero, zucchine, mandorle, cremoso di cioccolato bianco e lime, profumo di timo limone. Questo piatto rende più intrigante la classica insalata di funghi aggiungendo altre crudità come il tartufo e le verdure oltre che la freschezza e la nota profumata del lime e del timo limone. La grassezza della crema di cioccolato bianco completa il piatto e l’abbinamento con il vino.

Cerealto 2018

Questa seconda annata si presta ad abbinamenti più complessi.
La carica aromatica, la maggiore maturità equilibrata sempre da una buona nota acida, il palato più intenso e complesso lo rendono un ottimo abbinamento con il nostro budino di foie gras.
Il piatto: Budino tiepido di foie gras, porcini delle Vezzene di Asiago e ristretto di vermut bianco.
Questa è un’interpretazione del foie gras che è a metà tra il fegato crudo e la terrina. L’abbinamento con il fungo è possibile arricchendolo. 

Cerealto 2017

L’aromaticità spiccata, il corpo gentile, la nota erbacea e la pulizia che l’acidità lascia in bocca lo rendono un ottimo abbinamento con la crudità di ovoli.
Il piatto: Crudità di ovoli, tartufo nero, zucchine, mandorle, cremoso di cioccolato bianco e lime, profumo di timo limone. Questo piatto rende più intrigante la classica insalata di funghi aggiungendo altre crudità come il tartufo e le verdure oltre che la freschezza e la nota profumata del lime e del timo limone. La grassezza della crema di cioccolato bianco completa il piatto e l’abbinamento con il vino.

Cerealto 2018

Questa seconda annata si presta ad abbinamenti più complessi.
La carica aromatica, la maggiore maturità equilibrata sempre da una buona nota acida, il palato più intenso e complesso lo rendono un ottimo abbinamento con il nostro budino di foie gras.
Il piatto: Budino tiepido di foie gras, porcini delle Vezzene di Asiago e ristretto di vermut bianco.
Questa è un’interpretazione del foie gras che è a metà tra il fegato crudo e la terrina. L’abbinamento con il fungo è possibile arricchendolo.